Nuovo oro nero

vantaggio competitivoAutomazioni e BIG DATA: metti in PRATICA questo vantaggio competitivo da subito

Ecco delle linee guida per farti avere un vantaggio competitivo immediato!

Prima dobbiamo condividere 5 punti fondamentali.

  • Il 100% degli imprenditori capisce il vantaggio strategico che ha chi gestisce i “BIG DATA”, vedi Apple, Facebook, Google, Amazon, ecc. ma non fa nulla “in piccolo” per avere gli stessi vantaggi.

 

  • La gestione dei dati del “mercato” è strategica per prosperare, sia per fatturati ma soprattutto per margini.

 

  • La maggior parte degli imprenditori italiani NON sa ESATTAMENTE cosa sia la Marketing Automation.

 

  • “Automatizzare” le attività che servono a raccogliere i dati, i gusti, i bisogni e i desideri del mercato. Questa deve essere la prima attività per importanza che un’azienda 4.0 deve mettere in pratica (come lo fanno Google, Apple, ecc.)

 

  • Prima raccogli i dati, poi in base ai risultati produci ciò che “ti chiede il mercato” affinché tu possa marginare bene ed essere (quasi) “unico”. Ti è chiaro ora?

 

Ciò che leggerai non è frutto di idee teoriche ma è dettato da anni di PRATICA personale nel mondo delle AUTOMAZIONI, in particolare della Marketing Automation.

Inoltre mi ha condizionato (positivamente) la collaborazione con diversi imprenditori di successo, “visionari” che lavorano molto all’estero, in particolare Cina, USA e Ukraina e là la rivoluzione digitale è molto più avanti rispetto a noi.

Se vuoi uscire dalla “zona di confort” ed avere un vantaggio competitivo veloce e sicuro questa lettura fa per te!

Adesso ti spiego nel dettaglio, seguimi.

 

Quando sei dentro al problema NON ti accorgi … del problema

vantaggio competitivoLa rivoluzione industriale, verso la metà del 1700,  fu un’evoluzione che non avvenne da un giorno all’altro.

Ad una società agricolo-artigianale-commerciale venne “innestata”  l’industria e, come puoi ben immaginare, non furono poche le “resistenze umane”.

Perché ci furono resistenze?

Fino ad allora ogni prodotto veniva costruito a mano da artigiani, insomma “si era sempre fatto così” e i conservatori avrebbero continuato così all’infinito.

I conservatori non erano “brutte persone” o dei “falliti”, spesso erano (e sono) dei benestanti che pongono resistenza al cambiamento.

Spesso i conservatori di oggi, sono gli “innovatori di una volta” che volevano migliorare la loro vita.

Una volta raggiunto lo scopo però tirano i remi in barca e diventano obsoleti.

Da innovatori si trasformano, senza accorgersene, in conservatori.

E’ umano e anche comprensibile per certi versi … ma sbagliato aggiungo io perché OGGI i tempi corrono veloci.

Tu, oggi, su questo argomento (era digitale) sei un conservatore, un innovatore, un passivo o …?

vantaggio competitivo

Ma torniamo alla 1° rivoluzione industriale; gli artigiani erano forti oppositori di “queste nuove diavolerie” e spesso silenziosamente continuarono “come si era sempre fatto”, risultato: ebbero sempre meno lavoro, alcuni chiusero e furono costretti ad andare nelle fabbriche, altri divennero sempre più poveri.

Perché?

Perché non ebbero la capacità di evolversi.

 

Chi ebbe un vantaggio competitivo?

Questa trasformazione modificò radicalmente la società, le città, la potenza di nazioni e la redistribuzione economica.

La rivoluzione industriale portò, in breve tempo la Gran Bretagna ad essere la prima potenza nel mondo.

A proposito di cambiamenti, dopo meno di 200 anni il Regno Unito non è nemmeno al terzo posto tra le potenze nel mondo.

Tutto cambia silenziosamente.

All’inizio di questa prima rivoluzione, la maggior parte di queste persone, credi se ne rese conto di cosa stava succedendo?

NO.

Solo dopo che avvennero “le cose” e che divennero “normali”, questi cambiamenti, furono “digeriti”.

Vedi analogie con il presente?

Jeff Bezos di Amazon è l’uomo più ricco del mondo, tu lo avresti detto 10 anni fa?

Apple, 15 anni fa era a rischio chiusura con 1 miliardo di $ di debiti, oggi ha raggiunto un milione di milioni (1 trillino $) di capitalizzazione in borsa (prima azienda al mondo). Tu ci avresti scommesso? No sicuramente.

Tesla ha raggiunto una capitalizzazione maggiore di General Motors, l’azienda più grande del settore automobilistico. Inimmaginabile.

Facebook: chi ci avrebbe scommesso su questa applicazione nata “per caso”?

Ma questo è niente.

Perché ci si è messa un’altra variabile.

 

Ecco il “nuovo oro nero”!

C’è una nuova materia prima che rende un’industria lucrativa e in rapida crescita.

E’ il petrolio dell’era digitale.

Ovviamente parliamo dei dati!


I dati sono presi da studi specifici della società Frost&Sullivan realizzati sia nel 2016, sia nel 2017 

Ma cosa significa?

Apple, Facebook, Amazon, Google e Microsoft hanno profitti in costante crescita, addirittura utili per 25 miliardi di $ solo nel 1° trimestre del 2017.

Tutto merito dei dati.

NON sottovalutare questa frase!

Tutto merito dei dati.

Cominci a comprendere che chi ha il possesso e l’elaborazione automatica dei dati ha un vantaggio competitivo smisurato?

 

Chi controlla i dati ha il controllo su tutto

I vecchi modi di fare “concorrenza” sono obsoleti, oggi nell’era digitale diventa fondamentale e imprescindibile avere un nuovo approccio.

Cosa è cambiato?

I PC e gli smartphone hanno reso i dati sempre più abbondanti, preziosi e fondamentali.

Ognuno di noi lascia delle “tracce” e su queste “bricioline” c’è scritto quali sono  i gusti, i desideri, i bisogni, ecc.

Tutto ciò è in aumento esponenziale.

Pensi che ignorando questi cambiamenti tutto ciò si arresterà?

Sei un conservatore?

 

Su questi “algoritmi” c’è il passato e il presente della tua vita

Ti è mai capitato che stai cercando info per prenotare una vacanza a Miami (per esempio) e, come d’incanto, ti appaiono delle offerte mentre stai navigando e controlli informazioni di lavoro?

Avendo il passato e il presente della tua vita pensi che sia difficile “indovinare il tuo futuro” ed offrirti proprio ciò che stai cercando?

Pensi che ci siano 1000 schiavi che scrivono dei post-it per archiviare i tuoi dati?

Ovviamente NO.

Sono AUTOMATISMI che rilevano la domanda e la incrociano con l’offerta.

Avendo il passato e il presente della tua vita pensi che sia difficile “indovinare il tuo futuro” ed offrirti proprio ciò che stai cercando?

Sarebbe interessante nella tua azienda sapere AUTOMATICAMENTE chi in questo momento è interessato, a cosa, e tu puoi decidere se inviargli un’offerta?

 

Vuoi avere un vantaggio competitivo smisurato?

vantaggio competitivoAlla tua PMI italiana non servono degli algoritmi incredibili, ma sicuramente servono degli strumenti semplici ed economicamente sostenibili che ti consentano di raccogliere e poi gestire i dati del tuo mercato.

Quindi devi raccogliere i dati del mercato.

Questo sarà il tuo petrolio!

Se tu avessi diversi concorrenti che diventassero delle piccole Apple, Facebook, ecc. e iniziassero a farti concorrenza avendo tanti dati utili del tuo mercato come ti sentiresti?

Sarebbe disastroso per te!

E se fossi tu a conoscere per primo e meglio queste automazioni?

Avresti un vantaggio competitivo immenso.

E se tu diventassi il primo ad incamerare dati e gestirli?

Tu devi essere il primo del settore a padroneggiare questa tecnologia!

Tu devi essere il primo ad automatizzare le attività di raccolta dati del tuo mercato.

Solo così si può prosperare nell’era digitale.

 

Come se non bastasse è arrivata l’intelligenza artificiale

Le auto guidano da sole e ti portano dove desideri senza che tu guidi.

E’ normale? Oggi si.

Te lo saresti immaginato solo 10 anni fa?

Ti distrai e ti attraversa un pedone e l’auto frena da sola … è normale.

Un motore di un jet sa comunicare prima di avere un’avaria … è normale.

E’ possibile prevedere quando uno sia a rischio di alcune malattie … è normale.

Prendi un I-phone e fai arrivare da te la tua Tesla, come un cagnolino … è normale.

Anche per te è normale?

 

Ma tutto questo come si può mettere in pratica nella tua PMI?

Esistono dei software che ti aiutano a raccogliere e gestire i dati dei clienti in maniera automatica.

Io so farli funzionare e posso aiutarti a mettere in pratica tutto ciò.

Mail Marketing Pratico è nato proprio per questo.

Gli algoritmi, avendo dei dati, possono prevedere, quando un cliente, o prospect, è pronto a procedere per l’acquisto.

Hai capito bene quale vantaggio competitivo avresti?

Avere i dati ti permetterà di scegliere i tuoi clienti, fare solo prodotti che ti danno una marginalità importante.

Ciò significa avere un’azienda prospera.

Uscire dalla guerra del prezzo.

Lo sai che queste innovazioni costano poco?

Ho scritto un articolo al riguardo alcuni mesi fa. (Leggi qui se vuoi approfondire)

Pensavi che questi strumenti fossero sostenibili solo per le multinazionali?

Lo sapevi o sei rimasto indietro?

Succede, è normale.

Per questo esiste questa pagina e questo blog: per darti un vantaggio competitivo e anche per farti rendere conto che, in questo argomento, potresti essere rimasto indietro.

Non c’è nulla di male, io sono qua per aiutarti a capire questo mondo.

Mail Marketing Pratico è nato proprio per questo. 

(N.B. NON vendo software di nessun tipo, sono solo un utilizzatore.)

 

Con le automazioni migliorerà la tua qualità di vita?

SI! Garantito.

vantaggio competitivoAvendo sempre più dati, la tua azienda migliorerà sempre di più i propri prodotti, ed attraendo più utenti genererà più volumi e utili, acquisendo così sempre più dati.

Industria 4.0 aiuta tante imprese a migliorare l’automazione, particolarmente quella produttiva e in questo l’Italia sta facendo ottimi progressi.

L’automazione produttiva senza la Marketing Automation non ti dà quel vantaggio competitivo che credi di avere.

Per l’imprenditore italiano è più “semplice” decidere di spendere € 700.000 e oltre in una linea produttiva altamente automatizzata che spendere € 5.000 per avere una Marketing Automation con i fiocchi.

Anche un concorrente può automatizzare una linea produttiva, basta investire del capitale, ma chi per primo  comincia a gestire i dati avrà un vantaggio che non si potrà “recuperare”.

Prova a fare concorrenza a Google o Apple, ecc. 

Non è un problema di prodotto, è un problema di posizione dominante di mercato.

Ti piacerebbe avere lo stesso vantaggio nel tuo mercato?

Tu sei ancora un conservatore o vuoi innovare?

 

Le Automazioni: il tuo nuovo vantaggio competitivo

E’ chiaro che non ci sono 1.000 ometti che stanno in uno scantinato a lavorare per entità segrete?

Ci sono dei software, degli algoritmi che scelgono i dati che tu vuoi.

Li ordinano come tu vuoi.

Li elaborano come tu vuoi.

Ti buttano fuori il risultato che tu vuoi.

A questi software bisogna “solo” dire quali dati, sulla base della tua strategia.

Bisogna comprendere che il nuovo mondo 4.0 non è né brutto, né bello.

L’automazione farà migliaia di attività al posto tuo, mentre tu fai altro.

Vuoi programmare 1.000 azioni? 10.000 azioni? 100.000 azioni?

Stesso costo, stessa fatica, stesso tempo, ma i risultati sono completamente diversi.

 

CAPITO L’ IMPATTO POSITIVO CHE AVRA’ SULLA TUA AZIENDA?

Comprendi l’enorme vantaggio competitivo che avrai su tutti i tuoi (ex) concorrenti?

La Marketing Automation ti dice cosa produrre e in che quantità, la produzione automatizzata te lo realizza, pronto per essere venduto.

Ricapitolando:

  1. Mentre sei dentro ad una rivoluzione, anche se sei in gamba, difficilmente ti rendi conto “lucidamente” delle trasformazioni che stanno avvenendo. E’ anche per questo che aziende prospere sono finite malamente.
  2. La nostra era digitale premia chi si attrezza con algoritmi che sanno “leggere” e registrare le richieste del mercato.
  3. La PMI italiana (che è diversa da una multinazionale) deve dotarsi di strumenti semplici che consentano di fare “in piccolo e su misura” l’acquisizione di dati relativi al proprio mercato.
  4. Questi strumenti che gestiscono automazioni sono fondamentali per questa trasformazione. O sei travolto da questi cambiamenti o li gestisci e vivrai una vita come la desideri con un’azienda prospera.
  5. Se pensi che per te è diverso … beh ritorna al punto 1.

 

Ecco perchè è nato Mail Marketing Pratico

Perché ti parlo di questi argomenti?

Perché io uso questi sistemi da parecchi anni.   

Perché ho ottimi risultati e te li posso dimostrare.

Perché, come te, sono un piccolo imprenditore che ha messo in pratica ciò che hai letto già da diversi anni.

Perché incontro da 35 anni piccoli e medi imprenditori e conosco bene le loro realtà (in questo settore), per quanto ogni situazione va personalizzata. 

Perché essendo diventato bravo ho deciso di aiutare piccoli imprenditori e professionisti a comprendere prima, e mettere in pratica poi queste automazioni.

Perché ancora oggi li uso, pratico, implemento e sperimento.

Se vuoi comprendere questi nuovi mondi digitali, io ti posso aiutare.

Se non vuoi perdere anni in esperimenti, io ti posso aiutare.

Ecco perchè è nato Mail Marketing Pratico

Se non vuoi un teorico accademico, ma un PRATICO che ti aiuti a mettere in PRATICA le tue automazioni, io ti posso aiutare.

Se non vuoi commettere errori che sono già stati fatti, io ti posso aiutare.

Se vuoi qualcuno che faccia tutto per te, io NON ti posso aiutare.

Se vuoi suggerimenti per strategie che ti possono semplificare la tua azienda, io ti posso aiutare.

Se vuoi comprendere il mondo delle automazioni, ma vuoi delegare ad altri l’operatività pur mantenendone il controllo totale, io ti posso aiutare.

Ecco perchè è nato Mail Marketing Pratico

Se … muoviti che l’era digitale NON è il futuro, è già il passato prossimo.

Se vuoi scrivermi una mail clicca qui

Presto che … è tardi. 😉

 

L’amore vince sempre

Roberto Bonazzi

 

P.S. vuoi vedere dei fatti? Clicca qui per vedere il prossimo laboratorio pratico

Se vuoi scrivermi una mail clicca qui