Sei certo di avere una marginalità corretta?

Avere una marginalità corretta

Avere una marginalità corretta è fondamentale!

Sei d’accordo?

Detta in modo molto semplice significa lavorare, mese dopo mese, avere dei clienti molto soddisfatti e, dopo aver pagato tutti, che ti rimanga una quantità di denaro che ti soddisfi pienamente per quanto è stato l’impegno ed il rischio che ci hai messo in tutto l’anno.

Dò per scontato che stai facendo qualcosa che ti piaccia tanto, ma non è questo il tema.

Potrebbe sembrare inopportuno trattare questo tema, inoltre non c’entra con il Marketing, così almeno sembra ma non è vero!  

Parlo di questo argomento perché spesso mi imbatto in imprenditori, brave persone e ottimi professionisti, che però non guardano i numeri come servirebbe.

Non voglio essere offensivo, vorrei aprire loro gli occhi o anche solo ricordare quali sono le azioni di base che un imprenditore dovrebbe fare e, anche se “non ha tempo”, si dovrebbe organizzare e trovare il modo di analizzare quei pochi parametri che gli consentiranno di non navigare a vista e di non trovarsi nelle sabbie mobili.

Quali sabbie mobili?

E’ stato pubblicato su Italia Oggi un articolo in cui da una ricerca del Odcec di Milano si evince che 4 PMI su 10 “traballano”.

Perchè è importante avere una marginalità corretta?

Le PMI italiane ovviamente NON traballano per l’aspetto “prodotto”, ma piuttosto per aspetti legati ai flussi di cassa non corretti e/o mal gestiti; spesso l’inizio di tutto è la “marginalità per commessa“, troppe aziende NON hanno chiaro la corretta marginalità per ogni commessa.

Sulla gestione dei flussi di cassa non c’è molto da dire è una routine che si fa più per bisogno che per aspetto strategico e di controllo.

Sulla “marginalità per commessa” ci sarebbe da scrivere un’enciclopedia, ti può sembrare strano ma chi non ha il controllo di questi numeri non è un troglodita, un improvvisato, questo “virus” colpisce tanti imprenditori, soprattutto chi produce prodotti, non servizi, e normalmente sono bravi a lavorare, ottimi geni ed innovatori, ma non hanno nel proprio DNA questo tipo di controllo, anzi a dirla tutta … gli fa proprio schifo mettere le mani su questi numeri.

Lo so è complicato, noioso e difficile da fare, ma non puoi prescindere.

Stai andando in autostrada bendato e contromano 😉

A volte i processi di programmazione, pianificazione, produzione e consegna/montaggio sono “complessi” e sono difficile da quantificare, lo capisco, inoltre si sommano a questi costi il pre e post vendita che “rubano” altre ore uomo, che anch’esse non quantificate contribuiscono a complicare i calcoli.

Fatta questa premessa comunque non si può lavorare così, anche perchè così facendo rischi di essere in mezzo alle 4 PMI su 10 che traballano e te ne accorgi solo quando è troppo tardi.

Ecco come avere una marginalità corretta

Semplificando molto l’argomento, per avere una corretta marginalità ci sono solo 2 modi:

A) – avere il pieno controllo della marginalità per commessa e poi gestire i flussi di cassa

B) – cercare nicchie di mercato con marginalità superiori o clienti migliori

NON ci sono scorciatoie!

Se pensi di NON gestire sia la strada A che la strada B sei un illuso e, anche se oggi tutto va bene, la tua azienda per forza è destinata a “traballare”.

Il controllo è fondamentale, ma se non è nelle tue corde gestire i numeri, devi per forza lavorare sul Marketing e continuare a “dialogare” con i tuoi mercati e possibilmente “testare” anche nuove nicchie di mercato.

Per fare questo se non vuoi gettare enormi somme di denaro con la speranza che … tanto sai già come va a finire, devi usare il Mail Marketing che è la forma a più alto ROI e che ti dà la possibilità di cominciare investendo veramente poco.

Il ROI, ritorno sull’investimento, è fondamentale ed è facilmente misurabile; se vuoi approfondire questo tema avevo scritto qualche tempo fa un articolo interessante: LEGGI QUI.

Tra A e B quale metti in PRATICA?

NON QUALE SCEGLIERESTI. Quale metti in PRATICA.

Questo articolo vuole appositamente essere “leggero”, NON è un trattato economico finanziario, ma non “snobbarlo” proprio perchè il messaggio che vorrei che tenessi per te, personalizzandolo, è quello di mettere in PRATICA almeno una delle due opzioni, meglio se entrambe.

Si sa, “l’ottimo è nemico del bene” e troppo spesso vedo belle aziende fatte di belle persone che però non mettono in PRATICA né la A e né la B.

Quindi il mio invito per te è a non rimandare, metti subito in AZIONE la B, perchè se ad oggi non hai gestito i controlli è perchè sei “allergico” a questo argomento.

Anche se oggi le cose vanno bene bisogna comunque fare azioni per migliorare.

Per cercare clienti migliori, esplorare nicchie più profittevoli, insomma mettere in PRATICA azioni Marketing ti consiglio di contattarmi; vedremo come personalizzare le AZIONI sulla tua realtà e le mettiamo subito in PRATICA, oppure puoi iscriverti alla prossima demo e vedrai che ti semplificherai la vita 😉

L’amore vince sempre

Roberto Bonazzi