Come puoi migliorare se non ti accorgi di avere un problema?

Come puoi migliorare
Condividi con chi ami

Come puoi migliorare se non vedi il problema? 

Ognuno di noi non può progredire se non si rende conto che ha un limite.

Capita anche a te?

Ti è mai capitato di conoscere persone, sia nel lavoro che nella vita privata, che palesano evidenti limiti culturali e che non “migliorano” mai in quell’argomento specifico?

Eppure tu lo noti subito, vero?

Loro no.

Qualche volta ti sei chiesto “ma è possibile che non se ne accorgano”?

Effettivamente hai ragione, non se ne accorgono.

Come può migliorare una persona che non si accorge di avere un limite?

A volte può essere una mancanza che ha poco impatto sulla vita, per esempio ci sono persone che fanno errori di grammatica quando parlano, anche se non è bello, normalmente (ma non è detto) non ha effetti così devastanti.

Ogni tanto però la “lacuna nascosta” può avere un pesante impatto nella vita di una persona, di una famiglia, di un’impresa.

Vediamo come.

Scavare un pozzo prima di avere sete

Una materia in cui gli italiani sembrano essere molto “ignoranti”, nel senso che non conoscono, è la “cultura finanziaria”.

Il popolo dello stivale è tra i più grandi risparmiatori del mondo e quindi dispone di grandi capitali.

La conseguenza è che dovrebbe essere bravo anche nella gestione del risparmio, invece siamo tra i più ignoranti del vecchio mondo.

Non lo dico io, lo dimostra l’ultimo rapporto Consob che rivela che gli italiani hanno delle lacune mostruose. 

Come puoi migliorare

https://www.ilsole24ore.com/art/risparmio-piu-cultura-economica-sfruttare-tutte-potenzialita-finanza-ACQY0fx

Questo articolo è interessante perchè evidenzia che oltre il 30% degli italiani non ha saputo dire cosa sia un’azione, un obbligazione, ecc.

Sembra incredibile vero?

Ma se vai a leggere il rapporto ne scoprirai delle belle.

Cosa c’è di strano in tutto questo?

Una popolazione che dispone di una quantità di risparmi del genere dovrebbe cercare di migliorare costantemente il proprio sapere finanziario.

Capisci quale impatto devastante ha in una famiglia questa “lacuna”?

Semplice.

Per decidere se lascare il proprio capitale in un libretto postale, o in un conto deposito, o comperare obbligazioni, piuttosto che azioni, acquistare un fondo misto del lusso, oppure un ETF che replica il mercato azionario USA o altre 1000 alternative, devi avere un certo grado di cultura finanziaria.

Ma qualcuno potrebbe obiettare: “ma io non sono uno speculatore! Non ne ho bisogno!”

E qui l’ignoranza si manifesta in tutta la sua magnificenza.

Chi ha dei risparmi deve (o dovrebbe) sapere quali sono i suoi obiettivi familiari, di conseguenza  conoscere quale mezzo usare per proteggere, ed eventualmente, far crescere il proprio denaro.

Ma “lui” non si accorge della sua “ignoranza finanziaria”, anche se potrebbe essere una persona di successo nella sua professione.

Quindi non progredirà, perchè non ne sente il bisogno.

A meno che …

Un giorno arriva il cigno nero

A volte succede che il frutto di tanti risparmi venga “spazzato via” da “venti poco simpatici” e a quel punto uno vuole andare a fondo, ma soprattutto deve trovare un colpevole.

Ma il colpevole è lì davanti allo specchio.

Già anche se non sei uno speculatore stai comunque gestendo del denaro, quindi serve cultura finanziaria. Punto.

Conosci persone del genere, cioè che non vogliono saperne di più e che non si rendono conto di “avere parecchie lacune” in questa materia?

Anche io ne conosco.

Ma perchè parlo di cultura finanziaria in questo blog di Marketing?

Perchè come un risparmiatore deve avere una buona cultura finanziaria per non avere brutte sorprese, altrettanto un imprenditore deve conoscere il Marketing.

Il Marketing per un’impresa non è un optional, è un tassello fondamentale quanto la corretta cultura della gestione finanziaria.

Ho già fatto un articolo in cui spiego cosa è il Marketing per una PMI.

Ad un imprenditore di una PMI italiana non serve una cultura infinita sul Marketing, ma piuttosto una conoscenza di base con tanta PRATICA.

Sì perché l’imprenditore, a mio avviso, non ha bisogno di andare a fare lo spaccone al bar e dimostrare una cultura infinita; l’imprenditore ha bisogno, semplicemente, di trovare sempre clienti migliori e “indagare” il mercato per trovare nicchie di mercato più profittevoli.

Ma se non ti accorgi di avere una “leggera lacuna” come pensi di migliorare?

Se non ti accorgi di avere carenze nell’applicazione del Marketing come pensi di migliorare?

Io ti posso aiutare.

Ti dimostro come puoi vivere meglio facendo AZIONI di Marketing che ti servono per “scavare un pozzo prima di avere sete” ed evitare il “Cigno nero” che ogni tanto mette in grande difficoltà le nostre amate PMI.

L’amore vince sempre

Roberto Bonazzi

P.S. dai un occhio al prossimo evento demo


Condividi con chi ami