Qual’è la differenza tra email marketing e newsletter?

differenza tra newsletter e email marketing

C’è differenza tra email marketing e newsletter?

Sì, c’è una grande differenza tra email marketing e newsletter!

Vorrei farti degli esempi utili, se sei una piccola azienda, qui trovi degli spunti da mettere in PRATICA fin da subito.

Facciamo velocemente chiarezza.

Per newsletter Wikipedia intende: “Una newsletter (in italiano “bollettino” o “opuscolo”), è un aggiornamento informativo periodico che un’azienda, un ente (pubblico o privato), un’associazione o un gruppo di lavoro, invia a un determinato target, come utenti, clienti o membri, aggiornandoli sulle proprie attività. Nata in forma cartacea, oggi è inviata prevalentemente tramite posta elettronica.”

Email Marketing, sempre secondo Wikipedia: “In senso lato, qualunque e-mail inviata a un cliente (o cliente potenziale), può essere considerata un’azione di e-mail marketing. Solitamente però si usa questo termine per riferirsi all’invio di messaggi email per acquisire nuovi clienti, fidelizzarne altri, o convincere quelli precedenti ad acquistare subito qualcosa (call to action).

Queste erano le definizioni di Wikipedia, ora andiamo nel PRATICO, cosa che io preferisco.

Prima considerazione: per fare invio di newsletter o di email marketing organizzato serve un data base ben profilato.

Almeno l’80% delle PMI NON ha un d.b. ordinato e fruibile, avevo già scritto tempo fa un articolo utile in questo senso, ti consiglio di leggerlo cliccando QUI.

Sono numeri impietosi ma è la realtà!

Il data base è fondamentale per fare impresa.

Funzionano queste azioni?

Nelle aziende “nostrane” non si fanno azioni strutturate continuative, di solito si fanno attività a spot, cioè quando c’è tempo, o se per caso calano i clienti, ecc.

Alcune aziende sono strutturate per “fare una newsletter”, magari mensile, con cui inviano nuovi listini, o descrivono alcuni dei propri prodotti, delle proprie offerte, o rimandano sul sito web aziendale.

Tra non fare nulla e fare queste azioni è meglio fare un invio regolare delle newsletter.

I risultati ci sono.

Si, qualcosa succede …

Gli aspetti negativi sono che non hai un controllo, non sai chi ha aperto l’email, quante volte, se chi l’ha ricevuta è andato a “curiosare” sul tuo sito, ecc.

E’ un pò come spedire delle lettere cartacee, non hai la conferma nemmeno che siano state recapitate o se le abbiano buttate nel macero.

La cosa più “negativa” nella pratica è che invii a tutti lo stesso messaggio e questo è un grave errore, seguimi che ti spiego il perchè.

Passiamo all’email marketing.

Che differenza c’è tra email marketing e newsletter?

L’email marketing porta un sacco di benefici, ma partiamo dal difetto più grande!

L’email marketing ha un problema: tutti credono di sapere cos’è, ma pochi davvero lo conoscono.

Vuoi che ti faccia un esempio analogo?

L’intelligenza artificiale: tutti ne hanno sentito parlare, tantissimi credono di conoscerla, ne hanno parlato e ritengono che sarà il futuro.

Ma se ti chiedessi: “Mi dici in poche semplici parole cos’è l’AI (Intelligenza artificiale)?

Se non sei del settore, saresti in difficoltà vero?

La maggior parte sì, ma non c’è nulla di grave.

Spesso c’è questa “dissonanza cognitiva”.

Ciò che ti voglio sottolineare è che quando parlo di email marketing ad un imprenditore, la prima cosa che mi dice è: “Ah, ho capito …” e la chiude lì.

Io a volte, se voglio essere “cattivo” gli chiedo “Che autoresponder hai usato o conosciuto?” o  “Con quale ricorrenza usate le automazioni?” e altre semplici domande.

Lui (che non è per niente uno stupido!) mi guarda attonito, perchè non ha capito nulla.  

Anche qui, come nell’esempio di prima, è normale.

Ma se non hai capito, perchè ti devi dare un tono?

Io non sono qui per fare il professore, io sono qui per aiutarti a vendere di più, vendere con margini migliori e avere il controllo della filiera delle vendite.

Ecco un vantaggio strategico che DEVI avere!

L’email marketing a mio avviso serve per vendere!

L’email marketing è un processo che ha diversi obiettivi, per esempio il primo è comunicare con la propria clientela per fidelizzarla e, possibilmente, per farle alzare l’acquisto medio; inoltre serve anche a “recuperare” qualche cliente inattivo che da un pochino non acquista più, infine a cercare di trovare nuovi clienti in target.

Vorrei che rileggessi la frase che si è appena conclusa, ti sembra cosa da poco?

L’email marketing ha anche un altro vantaggio, la tecnologia oggi permette di tracciare tutti i comportamenti di chi riceve l’email, l’ha aperta o ha visitato il tuo sito? Quali pagine ha visto? Ti sta seguendo costantemente o saltuariamente?

L’email marketing NON è una “campagna da provare”, ma un metodo da seguire con costanza.

Non si tratta di inviare email!

Non si tratta di inviare email e spammare con maleducazione le persone! NO!

Si tratta di dialogare con le persone che sono interessate e mandargli un’offerta solo quando dimostrano veramente di essere interessate.

La newsletter parla a tutti nello stesso modo, l’email marketing personalizza il messaggio dividendolo sulla base della tua strategia.

Non dimentichiamoci mai che ogni azienda è diversa.

L’email marketing ha il R.O.I. più alto di qualsiasi forma di vendita. Avevo scritto un articolo che ha avuto un successo straordinario, addirittura è in prima pagina su Google su oltre 2 miliardi di ricerche (sì miliardi, non è un errore). 

Le piccole aziende, purtroppo, non misurano i numeri delle proprie attività commerciali, non sanno cosa costa acquisire un cliente nuovo, ecc. 

L’email marketing è economico e ti da la possibilità di misurare tutto.

Ecco la differenza tra email marketing e newsletter

Non usare ne newsletter, ne email marketing è da irresponsabili.

Inviare newsletter con cadenza fissa è “meglio di niente”, qualche risultato arriva.

L’email marketing non è invio di email a pioggia in modo maleducato, ma si tratta di un metodo scientifico che ti garantisce profitti misurabili e ti consente di “parlare lingue diverse” a seconda del contatto e dell’interesse dimostrato in ogni periodo.

Quindi significa dire la cosa giusta, alla persona giusta e nel momento giusto! 

Ecco perchè funziona ed è la forma di marketing più usata al mondo e con il ritorno sull’investimento più alto.

Lo sapevi?

Ora lo sai!

L’amore vince sempre

Roberto Bonazzi

P.S. se vuoi vedere una demo GRATUITA, su tutto ciò che hai appena letto, vai a vedere la prossima data